Yejin Gil

Pianoforte

yejin-gil-2015-peter-adamik-ada1746

Yejin Gil è un giovane pianista eccezionale e pluripremiata. Lei combina la genialità tecnica con la profondità musicale e la ricerca intransigente dell’autenticità artistica. L’enfasi principale del suo lavoro è posta sia sul repertorio classico e romantico sia sulla musica del XX e del XXI secolo. Il suo brillante CD di debutto con opere di Chin, Ligeti, Boulez e Messiaen ha vinto il “Coup de Coeur” 2014 dell’Académie Charles Cros, uno dei maggiori premi della critica in Francia, e ha riempito gli ascoltatori di tutto il mondo di entusiasmo: “Gil ha le dita per articolare i passaggi più densi e veloci di questa musica con una precisione abbagliante, ma tutto ciò che fa è anche percettivo e assolutamente musicale, e nessuno dei due aspetti le sfugge. “(The Guardian)

Negli ultimi anni ha collaborato con compositori come Unsuk Chin, Pierre Boulez, Philippe Hurel, Heiner Goebbels, Helmut Oehring, Martin Matalon o Oscar Strasnoy e ha suonato con orchestre come Philharmonisches Staatsorchester Hamburg, Staatskapelle Halle, Anhaltische Philharmonie Dessau, Ensemble da Camera di Seoul, Percussions de Strasbourg, Ensemble Court-Circuit e Zafraan Ensemble. Nel 2014 è stata nominata “Artist in Residence” all’Impuls Festival di Bruxelles, Berlino, Magdeburgo e Halle, suonando il concerto per pianoforte di Bernstein “The Age of Anxiety” tra gli altri pezzi, ed è stata trasmessa in diretta su MDR. Alla fine del 2015, il suo secondo CD è stato pubblicato con un programma totalmente di Mussorgsky, che ha portato al pubblico in una serie di recital in Francia e Germania. A luglio 2016, ha fatto il suo debutto sotto la direzione di Kent Nagano con “Turangalîla” di Olivier Messiaen sul palco dell’Hamburg State Opera.

Recentemente, Yejin Gil presenta nuovi programmi come solista, tra gli altri al Festspiele Mecklenburg-Vorpommern, il Thüringer Bachwochen, l’Hamburg Philharmonic State Orchestra diretta da Kent Nagano, la Magdeburgische Philharmonie con Hans Rotman, il Konzerthaus Berlin, così come un progetto di musica da camera con Jörg Widmann, David Adorjan e Rahel Rilling. L’enfasi è posta su opere di Messiaen, Debussy, Scriabin, Liszt e Bach, nonché su nuove opere commissionate da compositori contemporanei selezionati. Nell’autunno 2016, ha registrato un album su Scriabin al Teldex Studio di Berlino per l’etichetta bastille musique.

In un contesto internazionale, Yejin Gil si è esibita in precedenza in eventi come il Klavier Festival Ruhr, Kasseler Musiktage, IFCP Festival di New York, Frontiers Plus Birmingham, Young Euro Classic Berlin, Festival internazionale di pianoforte La Roque d’Anthéron, Acanthes Festival Metz, Tongyeong Festival internazionale di musica, The Reflective Musician Oslo, Composer in Residence Festival Stavanger, Encuentros Buenos Aires, Festival de Sully e du Loiret o Choriner Musiksommer e si è esibita in concerti presso sale come il Grand Théâtre de Genève, l’Essen Philharmonie, il Théâtre des Bouffes du Nord, Salle Cortot Paris, Weimarhalle, Konzerthaus Berlin e Seoul Arts Centre.

Yejin Gil ha iniziato i suoi studi di pianoforte all’età di cinque anni. Al completamento dei sui studi con successo presso la National University di Seoul, il principale conservatorio in Corea, si è trasferita in Germania dove ha studiato, supportata da una borsa di studio del Lions Club, all’Università Folkwang di Essen con il Prof. Bernhard Wambach e il Prof. Michael Roll, dove siè diplomata con lode. Durante i suoi studi ha anche partecipato con successo a prestigiosi concorsi, tra cui il Korea National Competition (primo premio), il Köhler-Osbahr-Wettbewerb (primo premio) e l’Orléans Concours International (vincitore e finalista unico con quattro premi principali: Prix Nadia Boulanger, Prix ​​Albert Roussel, Prix Sacem, Prix Hitachi e premio speciale per la migliore interpretazione di Philippe Hurels piece “Interstices”). Yejin Gil vive e lavora a Berlino.

Link:
http://www.yejingil.com